“La casa degli spiriti”: storia di una famiglia tra realtà e fantasia

Una storia tormentata, ricca di desideri e vendette, intrisa di storia e di elementi soprannaturali, quella narrata da Isabel Allende nel suo primo, ma non ultimo romanzo “La casa degli spiriti”, che le ha conferito il privilegio di diventare una delle scrittrici latinoamericane più conosciute al mondo.                                                                                                                                                         Il romanzo, ambientato nel secolo scorso, è una saga familiare che ripercorre la storia dei componenti della famiglia cilena Trueba-Del Valle, seguendo l’arco di ben tre generazioni.               Tutto inizia con Clara Del Valle, ultima degli undici figli di Severo e Nivea Del Valle, che dotata di poteri soprannaturali, ha la capacità di far muovere gli oggetti senza toccarli, di prevedere catastrofi ambientali, di interpretare i sogni e di parlare con gli spiriti. Questi poteri, visti dai componenti della famiglia come delle “stramberie” di età infantile e adolescenziale, non svaniranno mai, ma accompagneranno Clara per il resto della sua esistenza, diventando a volte per la protagonista causa di dolore. Infatti, ancora bambina, dopo aver predetto la morte di una componente della famiglia e convintasi che gli eventi da lei previsti accadano solo perché li rivela agli altri, Clara decide volutamente di non parlare più. Questa sorta di mutismo forzato terminerà solo quando annuncerà le sue nozze con un certo Esteban Trueba, un povero giovane arricchitosi per aver riportato al suo antico splendore una tenuta di campagna.                                                   Non si può certo dire che i due non siano una strana coppia: lei,una figura quasi evanescente, forse per questi suoi strani poteri, in bilico tra la realtà e un mondo soprannaturale, lui,al contrario, una figura fin troppo violenta e carnale, ma con una sorta di ammirazione nei confronti della moglie. Dalla loro unione nasceranno tre figli: Blanca e i gemelli Nicolas e Jaime.                                              Nel corso della narrazione molteplici avvenimenti sconvolgeranno sia in  positivo che in negativo questa famiglia, molteplici personaggi condizioneranno le azioni e le decisioni dei protagonisti, molteplici storie si intrecceranno tra loro, creando una ragnatela fittissima di amori illeciti, rancori, sofferenze, ma soprattutto incredibile sarà notare la crescita interiore dei personaggi, vedendoli cambiare e maturare nel tempo,non solo imparandoli a conoscere nell’intimo, ma quel che è ancora più sconvolgente imparandoli ad amare anche nei loro difetti.                                                    Fra i tanti personaggi, ognuno con un carattere unico e fuori dal comune, tre sono le vere, uniche  e indiscusse protagoniste del romanzo: Clara, la figlia Blanca e la nipote Alba, perché costituiscono un fil rouge che percorre l’intera saga e che collega in maniera indissolubile i componenti di questa famiglia, dal primo all’ultimo, tanto che si può notare quasi un passaggio di testimone da Clara alla figlia e infine alla figlia di quest’ultima, a sottolineare le differenze tra una generazione e l’altra.         Se tuttavia le vicende hanno luogo tra spiriti e predizioni, non si può certo dire che il romanzo di Isabel Allende narri avvenimenti fantastici, al contrario in esso vi è una perfetta mescolanza di elementi soprannaturali e puramente storici,che testimoniano non solo  l’evoluzione di una famiglia, ma anche l’evoluzione di un paese e del suo popolo dalla prima metà del novecento sino al golpe di Pinochet e a alla sua  dittatura avvenuta alla fine del XX secolo.  Non mancano perciò i crudi dettagli riguardo i trattamenti dei prigionieri di Stato ,il terrore per una possibile cattura, le insurrezioni e le riunioni clandestine del popolo cileno.                                                                             Il romanzo è un mix di tutto quello che può intrigare un lettore: una storia con uno scenario storico e geografico ben definito, sentimenti contrastanti, sete di potere e vendetta, amori che vanno oltre ogni limite, predizioni e spiriti vaganti, tutto questo è “La casa degli spiriti”!

Annunci

2 pensieri su ““La casa degli spiriti”: storia di una famiglia tra realtà e fantasia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...