“è questa”

La strada era grigia e asfissiante, Troppo Calda d’estate e Fredda Durante l’inverno. Deprimente Durante le mezze stagioni inesistenti e pericolosa per il tempo restante. L’attraversava puntualmente, vieni Tutti. Lo sguardo fisso di Fronte un sé, il passo spedito.                              La certezza dell’immutabilità delle glucosio e della rigidità del change ormai prestabilito e obbligato.                                                               Niente di Casuale, niente di opinabile o criticabile.                                    Quello Che C’Era epoca.                                                                                Ovvero niente Che Fosse Oltre la multa del Tuo naso.                            Punto, e Nessuno voleva porsi More Domande. Sarebbe Stato Diverso per lui. .. Diverso per lei.                                                                                   – AH! – Una pioggia fitta e fresca la Sorprese, strappandola Dal Suo torpore. – .. Piove? … Devo affrettarmi – non AVEVA Ancora Accelerato il passo QUANDO SI accorse di Essere arrivata annuncio ONU bivio .. da QUANDO C’Era Quella biforcazione alla multa della strada ..? Si FERMO Giusto delle Nazioni Unite Istante, solista Secondo un, fu sufficente. Era Una figurativo minuta, se ne Stava Ferma Sotto lo scroscare delle Acque. Immobile la osservava. Lo raggiunse. Si chino leggermente verso il Suo viso, incuriosita. E DOPO Quella Che, per la prima Volta, le parve  un eternità indefinita, fermandosi a Uno sconosciuto Parlare con, Chiese:    – Cosa fai quì Cosi? –                                                                                          – Cosi Come mi scusi? – Domando lui                                                               – cosi .. Tutto da solo –                                                                                        -le sembro solo? –                                                                                              -Non lo sei, piccolo? –                                                                                        – Le sembro piccolo? –                                                                                        -SI – rispose l’Anziana. Lui FECE Quattro Passi in avanti, poi a causa all’indietro. Silenzioso. L’Anziana lo scrutava, Ancora china verso Il Posto ormai vuoto il Che prima occupava quello Strano bambino. Sospiro .. lo raggiunse Nuovamente                                                                             -Allora, dove sei Diretto? –                                                                                       -Sono alla Ricerca –                                                                  -e Cosa Cerchi? –   -.Sto Cercando Casa Mia – SI TROVA da queste parti? – Non lo così – sai Che in strada e? – Strada? – Un Menone Che tu non viva in Una zona Isolata-corruccio lo sguardo venire se riflettesse .. esistevano zone Ancora prive di indirizzi? Si Chiese – no … Isolata non ê. E Piena di PERSONE – sapresti tornarci? – … Tornarci .. – Così era pensieroso – si, ritrovarla – Chiari la signora Anziana. – Ci sto provando da Tanto tempo – .. doveva Essere Molto stanco .. Penso lei. Un Momento, ma una lei Cosa importava? .. Le importava? Qualcosa le FECE Capire di si, il Che non poteva tirare dritto. Perchè? – Posso Aiutarti io se vuoi – Disse Senza indugiare Oltre – tu vuoi? – Le Chiese Sorpreso osservandola bene – Certo. Andremo Dai Noi-Si, sapranno Cosa fare oro sapranno, Sanno Tutto. Vedrai Che troveremo il Modo di FARTI Tornare a casa – Loro Sono lontani? – UN PO – Un po Quanto? – Quanto Una giornata di pioggia se ami Il Sole e provengono Un weekend d’estate Inizio sé Temi le zanzare – Più o Meno Di Una serata karaoke? – Dipende, ti luogo il karaoke? – No – 🙂 Allora Tranquillo, Molto Meno – Il viaggio fu Lungo e faticoso. Camminarono per molte minerale, ma QUANDO FECE buio SI accamparono. – Riposeremo Quanto Basta. Domani riprenderemo il Cammino – la donna Anziana rassicurò Il ragazzo MENTRE Gli porgeva Una mela – Grazie .. – Disse lui prendendola e rigirandosela fra le mani. – Cosa Devo farci? – Berla – rispose ironica la signora -? – Lei Gli SI accosto Dolcemente – non hai fame? puoi mangiarla se vuoi – Grazie – le Disse Lei sorrise – almeno this Volta sai per Cosa mi Stai Ringraziando – La notte PASSO lesta. Un Sonno inquieto l’AVEVA Semper tenuta desta, ma Quella notte Dormì quieta venire mai. L’indomani il tempo sembrò scorrere Più lento. – Eccoci – Disse fermandosi Momento delle Nazioni Unite. Si ergeva Lungo un’alta sporgenza erbosa, e alle Sue Spalle, Lungo Il Lato Settentrionale, Una voragine ricordava a Tutti Cosa era bene Che non ricordassero. Cosa era Diritto e cos’era Opportunità. – .. CI SIAMO? – SI ragazzino – le era sembrato Più grande, o FORSE era Stata la pioggia a farglielo sembrare Più Giovane?
– tic tic toc trak tikki ti titkkittit –
Tasti battuti, Verbali descrizioni resoconti .. Tenere il Conto di Quanto e quantitativa Sono e Sono staticamente. Era di QUESTO Che Loro SI occupavano. Non AVEVA Ancora Fatto Due Passi Che Venne gentilmente Fermata – lei Aspetti quì – la voce stridula, Precisa. Vieni Quella di Tutti A Quel tempo. – Solo Uno puo entrare – Va bene – rispose lui. – Ci Vediamo DOPO ragazzino – Disse la donna .. Un corridoio Stava Subito DOPO la porta blindata Che Il ragazzo SI Chiuse alle Spalle. Non sapeva bene il perchè, ma d’improvviso averlo Portato li le sembrò Sbagliato. Ansia. panico. Respira. 1,2 .. 3 ok. – SI Sieda – .. si, Grazie -. SI sedette

Prima di Attraversare Quella Porta Guardo Dietro di sé, lei. Gli era sembrata Molto Più Giovane Quella Mattina, o era Stata la pioggia un Farla sembrare Così Anziana?

– e Una SUA parente? – Comincio la donna Dietro la SCRIVANIA – no, l’ho Trovato per strada – una Quelle parole la donna Abbasso con disgusto Gli occhiali Che portava sul naso – e ha Pensato di portarlo quì? – Io .. – perchè? – Cercava la SUA casa, ho creduto Che avreste potuto Aiut … – SI FERMO .. decise di cabiare Parola. – Trovarla – ovviamente non lei, ma Noi Si – rispose Quella terminando la Conversazione

Giunto Nelle Loro Camere Venne Fatto accomodare. – Il Vostro Nome -? Gli Chiese Quello – e Il Tuo? – Vedo che non vengono QUESTO Possa interessarvi. Ebbene? – Non ho Nome ONU – Certo Certo. E perchè Siete Giunto quì? – Cerco Casa mia – dov’è? – Non lo così – Un Momento Prego ……….. il Vostro colore non confrontare Nello schedario .. – Quello sc Porto Una mano Sotto il mento sfregandoselo. – CHIAMATE il gran-NoiSi – DOPO circa Un Quarto d’Ora ARRIVò – mi AVETE Fatto Chiamare? – Chiese il gran-NoiSi – si, vedi QUESTO Ragazzo? – Egli annui – sta Cercando casa, non sa venire SI Chiama e non confrontare Nello schedario – Cosa?! – Girò si, osservando Il ragazzo per la Seconda Volta. – Salve – FECE Il ragazzo a mò di Saluto … il gran-NoiSi Guardo quello, Che facendo spallucce d: SSE: – non sa nulla – e Cosa cerca? – Cerco Casa – non l’ho chiesto un ragazzino te! – Esclamò il Gran-NoiSi rivolgendosi per la prima Volta direttamente a lui. – Cosa sta Cercando? – Domando Nuovamente – cerca casa – Gli rispose quello – non caso VENDIAMO quì Ragazzo – Disse rivolgendosi a lui il Gran-NoiSi – e io non Sono Venuto quì per comprarne Una – e Cosa sei Venuto un biglietto Allora? – Gran-NoiSi, perdonatemi, mi Sono espresso male. Il ragazzo non vuole comprarne Una, E il Che non la Trova – ce n’è Una Che non TROVA? – Domando il Gran-NoiSi – Esatto – Disse quello – non siamo La Nemmeno il Dipartimento Oggetti Scomparsi Ragazzo! – Non ne esiste Uno signore – mormorò imbarazzato quello-ed io comunque non lo Cercavo – Disse il ragazzino – non Allora Cerchi nulla? – FECE il Gran-NoiSi – Cosa non e Una – vieni sarebbe “non é una cosa”? Certo Che lo e – non Quello Che sto Cercando – e cos’è il Che Cerchi Allora? – Il Gran-NoiSi – si Chiama casa! – Esclamò Il ragazzo – e cos’è “SI Chiama casa”? – Non è “SI Chiama casa” tutto UNITO, vuole dire Che cerca casa – Chiari Quello – appunto. Se cerca casa perchè non va in Una di Quelle Agenzie? – Non vuole Comprare nulla! – Grido quello – e perchè non se ne va?! – Giusto, Vattene! – Ma io .. – Fuori di quì! – Prima Che Il ragazzo potesse alzarsi irruppero Nella fotocamera ALTRI tre NoiSi – Che Cosa sta succedendo? – Chiese Il Primo – perchè il destino QUESTO baccano? – Domando Il Secondo – perchè tacete? Parlate! – FECE Il Terzo – C’E QUESTO Ragazzo Che. . – Comincio Quello, ma prima il Che potesse terminare il Terzo lo BLOCCO – non vorrete farmi Credere Che E ONU fanciulletto un Darvi Tanta pena? – Ahaha! Da Voi non mi Sarei aspettao Tutto QUESTO clamore per teppistello ONU! – Disse ridendo Il Primo – non teppista Sono ONU – si introduse Nel Discorso Il ragazzo – e Cosa sei? – Domando Il Primo – .. Cosa Sono? .. Io .. – cos’era? Non se l’era mai chiesto .. Fiumi di Domande cominciarono a riempirgli la Mente – ah! Siamo messi bene, almeno sai vieni ti chiami? – Lo schernì il Secondo – non lo così – Cosa non sai, se sai Il Tuo Nome o Il Tuo Nome? – Disse il Secondo – non Stesso E lo? – Gli Domando Quello – no, non credo – Disse il Secondo – ma il Che SI E lo Stesso, rispondete Ragazzo! – Concluse il Gran-NoiSi – Allora! – Esclamarono in coro i tre – non così rispondere a nesssuna delle Vostre Domande dovuto! – Rispose Il ragazzo – hai perso la Memoria? – Chiese Quello – o FORSE non vuoi rispondere? – Disse il Gran-NoiSi – ma se non sa niente venire CI IT Arrivato quì? – FECE Il Primo al Terzo – Voi lo sapete? – Disse Il Terzo rivolgendosi al Gran-NoiSi – Magari! Non ha Saputo dirci niente, prima dadi Che vuole Una casa, poi il Che non la vuole! DOPO Che l’ha persa .. – rispose – non Così ì Proprio .. – intervenne Quello – Allora com’e? – Chiese grattandosi la testa Il Secondo – E Così E così! Altrochè se Ê Cosi. E tu non azzardarti a contraddirmi! – FECE il Gran-NoiSi un Quello – ma Veramente io .. – ma il Gran-NoiSi non Gli permise di ribattere – ma niente! E Pensare Che ti sei persino permesso di farmi Chiamare– uff .. quà c’e aria di botte – Disse il Secondo – Andiamo via? – Il Primo – zitti, e non muovetevi di li – li riprese Il Terzo – Che cos’è Tutto QUESTO caos? – Speranza! – Esclamarono all’unisolo Tutti i NoiSi – Ma che bravi! Ricordate addirittura il mio Nome – FECE lei – ma QUANDO sei Tornata? – Domando il Gran-NoiSi – Proprio this criniera, mi aspettavate non eh? – No .. in Effetti no ma .. – le Disse Speranza lo sorpasso e giunse Dal Ragazzo – Chi è Il ragazzo? – Si e parecchio dibattuto su QUESTO – Disse Il Terzo – venire sarebbe? – Domando lei – sarebbe un terribile Che non SI E Ancora capito chi SIA e Cosa Voglia – Gran-NoiSi – qual’è il Tuo Mome? – Gli Chiese andandogli Vicino – non lo così – venire sai non lo? – VORREI saperlo ma non lo così! Voi sapete chi Tutti Siete? – FECE Il ragazzo – sicuro – rispose il Primo – chi siamo, Dove andiamo e veniamo da colomba. E Il Minimo Ragazzo – Disse Semper il Primo. – Provi a dirmi Cosa ti servono? – Chiese Speranza al Ragazzo – cerca casa – Disse il Primo – ma non vuole Comprare nulla – Chiari Quello – Magari in Affitto? – FECE Il Secondo .. – ahi! – Esclamò il Secondo – se fai da solo un’altra battuta te ne Arriva Una Più forte – FECE Il Terzo – .. non battua era Una – bofonchiò Il Primo – quindi, fatemi Capire – Comincio Speranza – se ci riesce lei .. – mormorò Gran-NoiSi – ci riuscirei di Certo se Voi mi lasciaste cercare di chiarire le idee di Tutti – bene – Disse il ragazzo-vediamo, davvero non Conosci il Tuo Nome? – Chiese Speranza – SI – bene, da Ora ti chiameremo chiunque, per te va bene? – .. Hem .. Certo – rispose chiunque – perfetto. E ONU Problema risolto l’ABBIAMO – Speranza sorrise e poi riprese: – passiamo alla casa, capiamoci, hai Una casa? – Non lo così – COSAA? – Fecero Tutti Gli ALTRI NoiSi – ci hai mentito! – Il Gran-NoiSi – ma Cosa vi AVEVA Detto? – Domando il Terzo – niente – FECE Quello – Allora vieni ha Fatto un mentirvi? – Chiese il Terzo Confuso Quello dovette sedersi. – Basta! – Grido Speranza – ma .. – mormorò il Gran-NoiSi – muto! Tutti muti. Stato Mi facendo Perdere .. Perdere la .. – non le VENIVA La parola – la speranza? – FECE Il Secondo Speranza SI Volto Così Lentamente da lontano Pensare Che qualcuno Avessé Inserito QUALCHE Effetto cinematografico Capace di rallentare le scene delle Nazioni Unite. Lo asino vivo con lo sguardo. – Ahaa! – Gemette Semper Il Secondo – ERI Stato avvertito – FECE il Terzo – quindi, non E al Acquistare Una Casa che sei quì. Ma Stai Cercando la tua, also se non sai di Averla .. e quindi .. tu non sai dov’è, Giusto? – Non lo è così, non lo così! Perchè continuate Tutti a chiedermelo? – Sbottò chiunque – Calmo Ragazzo – Disse Speranza – chiunque – FECE il Gran-NoiSi, lei SI Volto – Cosa? – Non SI Chiama Ora chiunque? – Oh, si si .. – Lasciatemi! LASCIATE CHE Entri .. brigkh! – E quasi telecamera Nella Correndo Entro also lei, attirata e preoccupata Dal Frastuono. – Oh .. Salve – esordi riprendendo fiato – Salve also a lei, chi sareste? – Domando Speranza – Io sono la donna Che ha Portato quì il ragazzino .. tutto bene tu? – Domando a chiunque – SI – rispose stanco e Sorpreso – quindi nenanche lei sa nulla di lui, Cosa facciamo? – Gran-NoiSi – ma potrebbe volerci Molto tempo – Disse Speranza pensierosa – prima il Che metabolizzi il nomo? – FECE il Secondo – avverto ti, uncora Una Volta, solista Una – Il Terzo al Secondo – Quale Nome? – Domando Lei – ABBIAMO Dato al Ragazzo il Nome di chiunque – le rispose Speranza – il Nome di chi? – Chiese lei – chiunque. Mi chiamo Così Adesso – Disse chiunque – oh – FECE lei – io mi riferivo al ritrovamento della casa … le Leggi non prevedono Che rimanga quì – quindi? – Non permettono neanche il Che rimanga nella citta non schedato .. – .. quindi? – Quindi, Gran-NoiSi, chiunque non puo rimanere nella Città, Tanto Menone Nel Palazzo, se non viene sistemata this faccenda del ritrovamento. Ma per farlo servirebbe Che Fosse schedato quì, Cosa Che non credo SIA, Altrimenti avreste gia ritrovato Tutto cio Che lo riguarda – .. e quin .. – SE SI azzarda a pronunciare la multa di tal quale quindi le Tagliero la lingua io stessa – Gran-NoiSi deglutì – non ci Sono vie di mezzo. Chiunque, Il Fatto Che tu non SIA schedato puo Voler dire solista Una Cosa, e Cioè Che non appartieni a this Città. Devi Essere esiliato venuto ONU non Cittadino – esiliato MA e ONU Ragazzo .. non potete esiliarlo Così .. da solo -? SI opporsi LEI – Secondo le Nostre read ha la Responsabilità delle Azioni Che ha compiuto e compirà all’interno della Città , CIO Che ACCADE all’esterno non ci competono, vada con lui se Crede – le diffu Gran-NoiSi
increduli SI ritrovarono messi alla porta. Lei Che Per tutta la vita AVEVA vissuto in Quella Città, Senza mai chiedersi Cosa Fosse l’Altrove, Adesso era lì. Ai Piedi di Un Mondo Che non le apparteneva Più. E per la prima Volta DOPO UN eternità indefinita SI FECE Domande Che non l’avevano Più sfiorata da tantissimo tempo. Nei Suoi pensieri, also il timoré per la Reazione di chiunque una Quella Realtà di delusione Che il Suo Mondo Gli AVEVA riservato.
– .. Non Siamo riusciti a trovare cio di cui eravamo alla Ricerca e ABBIAMO perso Quel poco Che ci Dava certezza .. Cosa faremo? – Chiese chiunque Lei, ormai Così Giovane .. Sollevò il mento, Tutto Il Volto rivolto all’alto .. una tal quale cielo Che le incuteva da Semper terrore e meraviglia. – Tu Prendimi per mano, volgi lo sguardo al Giorno Che Verra .. – Lui, tempo ONU rinchiuso in tal quale corporate Così piccino .. Dal Quale Nessuno AVEVA voluto tirarlo Fuori per dargliene Uno da colomba potesse Essere ascoltato. Adesso il Che Gli Occhi ADULTI di ONU tempo, avevano Trovato ONU Microfono e Un amico .. Adesso Che Tutto Törnävä al punto d’Inizio, sulla Strada, alla Ricerca, sembravano Quelli del Più ​​piccolo dei bambini. Era this la paura? Lei Teneva la mano tesa, Pronta a raggiungerlo. -Il tempo che verra E Ancora da Vivere e comincia da Adesso. FORSE non avremo fortuna, FORSE non troveremo le risposte Che Cerchiamo .. ma finchè le cercheremo non Saremo mai soli. Mai Nel Posto Sbagliato. This Sarà, casa. – Vieni Tacito ONU La Fine chiunque le strinse la mano Finalmente Pensando “Allora E QUESTA” .. Calore ONU Che non puo disperdersi, Che DEVE Essere Pagato con Bollette mensili non. Un Tetto Che non va mai Riparato, ONU Allarme Che non hai Bisogno di istallare. Un cancello Che non SI CHIUDE mai. Un Indirizzo Che non puoi dimenticare.

Ho Cercato Una storia Che mi aiutasse a dire cos’è casa, Una vita Che meglio di More Avessé Trovato Una risposta Adatta a me. Ma Quello Che Ho Trovato è vuoto Stato da solo, o Ambiguita. .. Perchè casa non sono io e non sei tu. Casa non e dentro di me, casa non ë Qualcosa. Casa non e Il Posto colomba nasci o quello in cui vivi. Non ha ONU Numero Civico e non appartiene a Una via .. E difficile da rintracciare, Eppure Semper Nello Stesso Posto. Non Ê Detto Che tu riesca a trovarla, FORSE non basta Una vita sola per essserne sicuri .. FORSE ne servono causa, MA e Necessario esserne sicuri? .. No, io non credo. Perchè finchè “ti senti” a casa non c’e ALTRO CHE ti serva.

fine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...