“Pioggia”

Guarda nel vuoto , osserva l’aria . Cerca la pioggia . Chiudi gli occhi e sentila , grida e poi taci . Nella pioggia si nascondono i demoni più oscuri , la bellezza più raggiante , gli occhi più curiosi …

Da sempre presente nella vita , forse la vita stessa è racchiusa in essa . Meraviglia .. timore , stupore . Come tutto ciò che sconosciuto si fa largo nella storia dell’umano , per la prima volta , è capace di scatenare tutto questo . E da sempre l’uomo ha cercato una risposta a queste conseguenze , e forse proprio quell’istinto nato con esso , l’ha spinto a cercare quei perchè in se stesso . Nel pensiero , nella parola . Nella letteratura . Nella ricerca stessa che li costituisce .
Fra i riferimenti letterari meglio noti è impossibile tralasciare quelli presenti lungo la storia biblica . Principio di vita e di morte a seconda della situazione in cui si trova e in cui si usa, è semplice e chiara nella sua costituzione fluida, ma grande con il suo senso di mistero, di penetrabilità di luce solo parziale e di forza incontrollabile. Con oltre ne 1500 riferimenti biblici , porta in sé una consistente valenza simbolica legata alle origini della creazione, alla vita degli uomini e alla loro esperienza di fede , idee e messaggi si fondono nella storia salvifica vissuta dal popolo ebraico come nel contesto della terra di Canaan, della cultura legata alla vita quotidiana e agli scambi sociali tra i gruppi del tempo, al ruolo dell’acqua per la sussistenza umana: essa insieme al pane è una necessità vitale e benedetta da Jahvé .
Appare alle origini della vita dove viene presentato il Creatore che agisce attraverso il suo “Spirito” (ruah) sulle acque cosmiche , o durante “Il diluvio” che salvando pochi “giusti” epurò la terra dalla malvagità . Ma si ritrova anche ampiamente attestato nell’Apocalisse e nella visione finale in riferimento alla “nuova creazione” . Ed è in questa linea rituale che si colloca il simbolismo della purificazione dal peccato mediante il segno dell’acqua e della remissione delle colpe di tutto il popolo tramite sacrificio e brama di redenzione. Il simbolismo dell’acqua trova il suo pieno significato nel battesimo cristiano neotestamentario ; la scena del battesimo è preceduta dall’allusione all’acqua fatta dal Battista: “Io vi battezzo con acqua per la conversione; ma colui che viene dopo di me è più potente di me (…) egli vi battezzerà in Spirito santo e fuoco” (Mt 3,11). Ecco il passaggio : dall’antico rito di purificazione in uso nell’antico testamento, alla trasformazione spirituale operata da Cristo.. il “battesimo con acqua” costituisce la purificazione , conseguente al sacrificio , che procura il perdono dei peccati e il processo della conversione, mentre Gesù compie il rinnovamento del cuore mediante il dono dello Spirito. Nello sviluppo del giudaismo fino al tempo di Gesù i farisei elaborarono un sistema articolato di rituali per la purificazione L’associazione dell’acqua con gli estremi, profondità degli abissi e immensità celeste, rende efficacemente la grandezza e l’onnipotenza sull’uomo e sulla storia di un’entità superiore . Insieme all’olio, al sangue e al fuoco, l’acqua diviene per la comunità ebraica un elemento necessario per le purificazioni rituali . Secondo le leggi di purificazione, ogni persona che era contaminata doveva lavare il suo corpo con l’acqua piovana, insieme è spesso prescritto anche il lavaggio di tutto ciò che viene a contatto con il mondo pagano ed impuro, in quanto Israele, quale popolo consacrato a Jahvé, è chiamato a tenersi distante da tutto ciò che lo rende profano.
La potenza delle precipitazioni diventa un monito , un metodo di epurazione della “terra di Dio” da ipocriti e eretici . Quindi strumento punitivo . Con caratteristiche simili troviamo la pioggia di Dante , nella Divina Commedia : “eterna , maledetta , fredda e greve” .. Una pioggia infuocata , atta al tormento e alla riscossione del pagamento dei debiti accumulati con la “giustizia” durante l’esistenza da parte di chi andando contro le leggi naturali è andato incontro anche alla dannazione .
Una pioggia diversa , decisamente meno dolorosa .. quasi consolatrice è invece quella di Manzoni nei “Promessi Sposi” . Purifica le strade , la città . Quello che era . Portando via la peste . Annuncia e “battezza” il futuro noioso e prospero dell’era che sarà .
La pioggia di Oscar Wilde si distacca dalle precedenti , non più simbolo ma sentimento . Le lacrime stanche , commosse , colpevoli e nostalgiche ..empatiche del Principe Felice ne “il Fantasma di Canterville” , scambiate per una pioggia inattesa in un cielo limpido e sereno , rappresentano un tormento simile a quello Infernale , anche se meno definitivo. Quello di un’anima inquieta , desiderosa di raggiungere quel silenzio placido e tranquillo offerto dalla morte , di un riposo in attesa di essre meritato . Lacrime fatte di pentimento , che redimono e purificano l’animo più oscuro .
Ed è una pioggia altrettanto inattesa quella che sorprende D’Annunzio e la sua amata , Ermione , in una pineta desolata .. ” piove su le tue ciglia nere si che par che tu pianga .. ma di piacere non bianca ma quasi fatta virente (…) E piove su i nostri volti silvani piove su le nostre mani ignude , sui nostri vestimenti leggeri , su i freschi pensieri che l’anima schiude novella , su la favola bella che ieri m’illuse , che oggi t’illude , o Ermione ” .
Nel momento in cui l’uomo entra in simbiosi con la natura , la pioggia investe . Avvolge . Circonda . Tutto .. e i due non possono che ascontare . ..E lasciare che la pioggia elimini la parte inumana dell’essere umano , che lo renda innocente , puro e vitale .
La pioggia di Stevenson ne “Il trafugatore di salme” sembra abbia l’intento opposto , spaventa e non solo sottolinea ma quasi suggerisce i momenti che precedono le agghiaccianti rivelazioni del racconto . Sembra accentuare le bassezze di cui si è stati , e si è capaci per soddisfare i propri desideri . Testo censurato per la sua crudezza , ispirato allo sconvolgente caso del celebre professore di anatomia Robert Knox in riferimento alle difficoltà del tempo nel reperire cadaveri da fornire alle sale anatomiche .
La Pioggia di H.P Lovecraft è Fredda , ma cinicamente essenziale . Un connubbio di acque e mostruosità relativamente recente, che non purifica , e non annienta o distrugge per redimere e ricostruire , ma con lo scopo di favorire l’ascesa di un nuovo regime . La pianificazione di una rivolta , un veloce cambiamento , capovolgimento degli ordini . Un’Intrusione di forze avverse e ostili . Aliene , mostruose . Lovecraft la riscopre nel buio della fuga , della ricerca disperata di salvezza e futuro di più d’uno dei suoi personaggi in raccolte di racconti come “Mostri all’angolo della strada” o “La tomba e altri racconti dell’incubo” , specialmente nel racconto “la maschera di Innsmouth” . Una pioggia capace di celare il fuggitivo, rendere la combattività ,e a volte la debolezza nella sventura di quei protagonisti sempre sensibili alle perversioni di personaggi o città come appunto l’inquieta Innsmouth : anticamente un porto fondato nel 1643 da alcuni coloni ora un villaggio tenuto in ostagggio da una setta conosciuta come “Ordine Esoterico di Dagon” in grado di richiamare con riti occulti una mostruosa razza di uomini-pesce-rana ( gli abitatori del profondo ) dagli abissi , e stringere patti ripugnanti con loro .

Questi sono solo alcuni degli autori hanno carpito la molteplicità della pioggia , il valore simbolico che è insito nell’acqua . Leggeremo ancora la trasparenza .. la freschezza , l’afosità , la freddezza , la rudezza con la quale viene sospinta da un vento gentile contro il nostro viso , la complicità con la quale costringe due corpi a stringersi sotto un’unico ombrello , del sollievo e della misericordia con cui si abbatte in una terra desertica .. oppure dell’energica rabbia che spaventosa manifesta durante una tempesta . Del brivido provocato da una pioggia inaspettata , pioggia di vita o di morte . Contaminatrice o purificatrice . Benefica oppure dura al servizio di un’entità despotica . Leggeremo tutto quello che sembrerebbe impossibile riuscire a descrivere , attraverso parole che ci sono sconosciute . Fra le pagine ancora da scrivere .

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...