Perché gli yuppie della generazione Y sono infelici, di Wait but why

Ho trovato questo articolo di Wait but why tremendamente interessante e oculato, e ho improvvisato una traduzione. Enjoy.
[titolo originale: Why generation Y yuppies are unhappy]

Perché gli yuppie della generazione Y sono infelici. 

Dite ciao a Lucy.

Lucy

Lucy fa parte della Generazione Y, ossia la generazione nata fra la fine degli anni ’70 e la metà dei ’90. Fa parte anche della “cultura degli yuppie” che costituisce una larga parte della Generazione Y.
Ho un termine per gli yuppie del gruppo Y – li chiamo “Yuppie speciali e affetti da protagonismo della generazione y”, o (nella sigla inglese) GYPSY(Gen Y Special and Protagonist Yuppies). Un gypsy è un tipo unico di yuppie, uno che crede di essere il protagonista di una particolarissima storia.
Dunque, Lucy si sta godendo la sua vita da gypsy, ed è fiera di essere Lucy. Il suo unico problema è questo: Lucy è un po’ infelice.
Per arrivare al nocciolo della questione, dobbiamo innanzitutto definire cosa rende qualcuno felice o infelice. Questo si riduce a una semplice formula:

Lucy 2

Felicità = RealtàAspettative

 È abbastanza lampante – quando la realtà della vita di qualcuno è migliore delle aspettative, si è felici. Quando la realtà non è all’altezza delle previsioni, si è infelici.
Per fornire un po’ di contesto, facciam prendere parte alla discussione i genitori di Lucy:

Lucy's Parents

I genitori di Lucy sono nati negli anni ’50 – sono i figli del Boom economico. Sono stati cresciuti dai nonni di Lucy, membri della “Giga-Generazione”, la generazione più anziana, quella che ha dovuto affrontare la Grande Depressione e la Seconda Guerra Mondiale, e non erano assolutamente gypsy.

Lucy's Grandparents

I nonni di Lucy dell’era della Depressione erano ossessionati dalla stabilità economica e hanno educato i di lei futuri genitori a crearsi carriere sicure e pratiche. Volevano che le loro carriere avessero l’erba più verde della loro, e così i genitori di Lucy hanno imparato ad immaginare e sperare per loro stessi una carriera stabile.
Qualcosa del genere:

green lawn

Era stato insegnato loro che non c’era nulla che poteva impedir loro di ottenere quel prato verdeggiante e rigoglioso di carriera, ma che avrebbero dovuto impegnarsi per anni e anni di duro lavoro per poterlo ottenere.

Lucy 4

Dopo aver superato la fase di hippie insopportabili, i genitori di Lucy intrapresero le loro carriere.
Mentre correvano gli anni ’70, ’80 e ’90, il mondo entrò in una stagione di prosperità economica senza precedenti. I genitori di Lucy fecero molto di più di quanto si aspettavano. Questo li fece sentire soddisfatti e ottimisti.

Lucy 5

Con un’esperienza della vita molto più serena e positiva di quella dei loro genitori, essi crebbero Lucy con un senso di fiducia e di illimitata possibilità. E non erano i soli. I figli del Boom economico di tutto il paese ed il mondo insegnarono ai loro figli gypsy che avrebbero potuto fare tutto ciò che volevano della loro vita, innestando quello speciale senso di protagonismo a fondo nella loro psiche.
Questo rese i gypsy tremendamente speranzosi riguardo le loro carriere, al punto che l’obiettivo precedente dei genitori – un prato verde di stabile prosperità – non bastava più. Il prato di un gypsy che si rispetti deve avere fiori.

Lucy 6

Ciò ci conduce al nostro primo indizio sui gypsy:

I gypsy sono sfrenatamente ambiziosi.

 Lucy 7

“Penso che potrei diventare Presidente… ma la politica è quello che fa davvero per me? No… no quello sarebbe accontentarsi.”

I gypsy vogliono da una carriera molto di più che un praticello verde di prosperità e sicurezza. Il problema è che un prato verde non è esattamente eccezionale; non è abbastanza straordinario per un gypsy. Se i “Baby boomers” volevano vivere il Sogno Americano, i gypsy vogliono vivere il Loro Sogno Personalissimo.
Cal Newport fa notare che “segui la tua passione” è una frase d’effetto che ha cominciato ad andare di moda solo negli ultimi vent’anni, secondo il Google’s Ngram viewer, strumento che dimostra quanto frequente sia l’uso di una data frase nella stampa anglofona per un qualunque periodo di tempo. Lo stesso Ngram viewer dimostra che la frase “una carriera stabile” è andata fuori moda, proprio in parallelo con la crescente celebrità di “una carriera pienamente soddisfacente”.

Lucy 8

Lucy 9

Per essere chiari, i gypsy desiderano la prosperità economica proprio come i loro genitori – ma vogliono anche sentirsi soddisfatti della propria carriera in un modo che i loro genitori non concepivano con la stessa intensità.
C’è dell’altro. Mentre l’obiettivo della carriera per la generazione Y è diventato in generale più particolare e ambizioso, Lucy ha ricevuto un ulteriore messaggio durante tutta la sua infanzia:

Lucy 10

Il che ci dice che è probabilmente ora di dare il nostro secondo indizio sui gypsy, e cioè:

I gypsy sono visionari

“Certo”, ha imparato a pensare Lucy, “tutti otterranno una carriera che li farà sentire realizzati, ma io sono straordinariamente fuori dal comune e perciò la mia carriera e il percorso della mia vita svetteranno fra la folla.” Ne consegue che oltre al temerario desiderio comune della generazione Y di avere una splendida carriera dal prato fiorito, ogni gypsy è convinto che lui soltanto è destinato a qualcosa che sia ancora meglio –

Un fantastico unicorno nel prato fiorito.

Lucy 11

Dunque, perché tutto ciò è da deliranti? Perché è ciò che ogni gypsy pensa, che contraddice la definizione stessa di “speciale”

Speciale
Aggettivo
Migliore, particolare, unico, o comunque differente dalla norma.

Seguendo tale definizione, la maggior parte della gente non è speciale – altrimenti “speciale” non vorrebbe dir nulla.
Anche in questo stesso istante, i gypsy che stanno leggendo penseranno “c’ha ragione… ma io sono davvero uno dei pochi individui speciali” – e questo è il problema.
Un’altra illusione da gypsy entra in gioco una volta che il gypsy è entrato nel mondo del lavoro. Mentre le aspettative dei genitori di Lucy prevedevano che molti anni di duro lavoro avrebbero alla fine condotto a una fortunosa carriera, Lucy pensa che una bella carriera è un dato di fatto per qualcuno talmente fuori dalle righe come lei, ed è solo questione di tempo e di scegliere quale strada prendere. La sua previsione da pre-lavoratrice assomiglia a qualcosa del genere:

Lucy 12

Sfortunatamente, la cosa buffa è che il mondo non si rivela mai un posto facile da abitare, e la particolarità delle carriere è che essere sono in verità parecchio dure. Carriere grandiose richiedono anni di sangue, sudore e lacrime per essere costruite – anche quelle senza fiori o unicorni – e anche le persone più di successo raramente avevano concluso granché durante i loro vent’anni.
Ma i gypsy non sono disposti ad accettarlo.
Paul Harvey, un professore dell’università del New Hampshire, ha compiuto degli studi al riguardo: ne è venuto fuori che la generazione Y ha “aspettative irreali e una forte testardaggine nel rifiutare riscontri negativi,” ed “una visione di se stessi ingigantita.” Sostiene che “un’ingente fonte di frustrazione per persone convinte di avere diritto al successo sono le aspettative non raggiunte. Si sentono spesso destinati ad un livello di onore e riconoscimento che non corrisponde alla loro reale abilità e il loro sforzo.”
A coloro che assumono membri della generazione Y, Harvey consiglia di chiedere al candidato “ti senti in generale superiore ai tuoi colleghi? Se sì, perché?”; e continua “ se il candidato risponde di sì alla prima domanda ma non sa spiegare il perché, potrebbe trattarsi di un eccessivo senso di diritto al successo.”
Ciò avviene perché la percezione del diritto al successo si basa spesso su un infondato senso di superiorità e di meritevolezza. I gypsy sono portati a credere – magari attraverso esercizi di autostima troppo zelanti – che essi sono in qualche modo speciali, ma mancano frequentemente di una vera giustificazione di questa convinzione.
E poiché il mondo reale ha la forza di considerare il merito un fattore determinante, un po’ d’anni dopo il college Lucy si trova qui:

Lucy 13

L’esagerata ambizione di Lucy, in coppia con l’arroganza che deriva dall’essere un po’ ciechi sul proprio valore,  le ha portato enormi aspettative, persino per i primi anni fuori dal college. E la sua realtà impallidisce di fronte a quelle speranze, causando il risultato dell’equazione “realtà – aspettative” nell’essere un bel negativo.
E la cosa si fa ancora peggiore. In aggiunta a tutto questo, infatti, i gypsy hanno un altro problema che si verifica con tutta la loro generazione:

I gypsy sono costantemente beffati

 Certo, alcuni compagni di liceo o del college dei genitori di Lucy son finiti per avere molto più successo di loro. E se di tanto in tanto essi ne han sentito accennare, per lo più non hanno mai saputo cosa succedeva nella vita delle altre persone.
Lucy, invece, si trova costantemente ingannata da un fenomeno moderno: la “costruzione della propria immagine su Facebook.”
I social media hanno creato un mondo per Lucy dove
A) ogni cosa che viene fatta da qualcuno è chiaramente sbandierata
B) la maggior parte delle persone presentano una versione molto gonfiata della propria esistenza, e
C) le persone che decantano di più sulle proprie vite sono quelle che di solito hanno le carriere(o le relazioni) migliori, mentre la gente con qualche difficoltà tende a non rendere pubblica la sua situazione.
Tutto questo fa sì che Lucy creda – e a torto – che tutti gli altri se la stanno cavando in modo eccellente, il che si aggiunge solo al suo scontento:

Lucy 14

Ecco quindi perché Lucy è infelice, o comunque si sente un po’ frustrata e fuori luogo. In effetti, ha probabilmente iniziato la sua carriera nel modo migliore, ma per lei è tutto molto deludente.
Questi sono i miei consigli per Lucy:

1)Rimani sfrenatamente ambiziosa. Il mondo di oggi ribolle di opportunità per una persona ambiziosa per trovare un successo fiorito e soddisfacente. La direzione specifica potrebbe essere incerta, ma si sistemerà da sola – tu intanto buttati in qualcosa.

2)Piantala di ritenerti speciale. Il punto è che, ora come ora, non sei speciale. Sei l’ennesima persona completamente impreparata che non ha ancora molto da offrire. Puoi divenire speciale lavorando davvero duramente per un lungo periodo di tempo.

3)Fregatene di tutti gli altri. Non è nuova cosa che l’erba del vicino sembri più verde, ma nel mondo di oggi completamente dedito a crearsi la propria immagine, l’erba del vicino sembra un campo lussureggiante. La verità è che tutti sono indecisi, dubbiosi e frustrati proprio come te, e se ti metti all’opera, non avrai ragione di invidiare gli altri.

– Wait but why

Advertisements

4 pensieri su “Perché gli yuppie della generazione Y sono infelici, di Wait but why

  1. And always make sure it’s 100% organic (some companies load their superfood
    up with Niacin and other non-organic components — go
    for the organic green superfood and avoid the Niacin hangover).
    You can be relaxed just by consuming food and drinks. The factors included above determine your Daily energy expenditure.

  2. Although you could switch to organic (a really suggested choice), the option could be pricey and
    may possibly not be easy for all create, depending on in which
    you reside and what is accessible in your neighborhood. There are
    a few factors you want to consider when purchasing a superfood drink powder.
    The factors included above determine your Daily energy expenditure.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...