Telemachia II- 28 Febbraio MMXIV

Edictio Regis II

Anno I

«καὶ μανθάνω μὲν οἷα δρᾶν μέλλω κακά͵
θυμὸς δὲ κρείσσων τῶν ἐμῶν βουλευμάτων͵
ὅσπερ μεγίστων αἴτιος κακῶν βροτοῖς. »

«E conosco bene quali mali sto per compiere;
ma più forte del mio volere è la passione,
ch’è causa delle sventure peggiori ai mortali. »

[Euripide, Medea] 

Bentornati alla seconda edizione di Telemachia, il blog indipendente del Liceo Classico Giovanni XXIII.
È sempre difficile iniziare la seconda parte di un viaggio, “iniziare l’intermezzo”, se volete: non ha il sapore di grandezza del primo passo, né il gusto dolceamaro dell’ultimo saluto, né magari il senso di soddisfazione di chi si volta a metà strada a contemplare i progressi raggiunti.
Che cos’è il secondo passo? Non è ancora “uno fra i tanti” come i molti che seguiranno, ma non è neppure un vecchio amico, né un completo sconosciuto. In un certo senso è il vero, monocromatico, atono conoscente; oppure il vero inizio, il reale cominciamento dello sforzo costante e sempre uguale per attraversare il tragitto.
Be’, certo, già il fatto di non esserci fermati al primo numero è un segno di per sé importante…
Forse che davvero qualche buona stella, qualche progetto divino prevede una certa vitalità del nostro blog? È questo il segno di una disposizione cosmica favorevole?
«Le cose tutte quante hanno ordine tra loro» scriveva Dante nell’eterno poema; dall’alto del Paradiso riusciva a contemplare la magnifica rete lucente che intrappolava la realtà in un armonioso disegno razionale: la Ragione – dei cieli – per lui dava senso alle cose terrene e le completava con le cose celesti, in un perfetto dialogo di cause e concause provvidenziali.
E per tutto il corso della storia occidentale la ragione – questa sfavillante parola dorata – ha illuminato l’Arte, la Letteratura e la Filosofia come una fiaccola di conoscenza, come metodo conoscitivo sicuro e infallibile. È la ragione che dà senso all’universo, la ragione che spiega il mondo, la ragione che risolve l’intricato nodo degli interrogatori umani.

Scordatevelo.
Non troverete nulla di tutto ciò in questa edizione.
Non è nel segno di Apollo che inizia oggi questo nuovo numero di Telemachia: ci rivolgiamo bensì a Bacco, il dio del vino, degli effluvi purpurei e della danzante Follia.
Niente soavi visioni di limpidi stagni; solo tempeste ululanti e mari in burrasca.
Il dirompente sentimento che si propaga dalle radici del cuore è il protagonista, adesso: la Follia, questa bistrattata donna dalla risata sguaiata, notturna gemella della solare ragione: fra i suoi voluttuosi capelli oscuri sono caduti artisti, poeti, letterati; ha assunto innumerevoli significati e svariate denominazioni nel corso del tempo.

Che sia la gioia di chi distrugge le catene, o la prigione di chi non sa più uscire dalla notte dell’anima?
Che sia il nome che diamo agli infiniti mostri che albergano la nostra mente, o il sentiero da percorrere a occhi chiusi verso i nascosti meccanismi dell’universo?
Un abisso che scruta selvaggio i nostri cuori o il bacio segreto di un dio nero?
Molti l’hanno osteggiata o ignorata con pauroso vigore, molti altri l’hanno cercata e adorata affascinati. Noi non ci sentiamo in dovere di dare una risposta definitiva al dibattito tra le molte e varie fazioni, né ci prefiggiamo di raccogliere tutti gli svariati caratteri che la Follia ha assunto – ma la faremo riecheggiare fra le nostre parole come il battito del cuore nella cassa toracica, inseguendola da un tema all’altro.

La Redazione di Telemachia

Boccioni la risata

Boccioni,La Risata”, 1911

ACCLUSI A CODESTO NUMERO [inclusi in dis namber]

Articolo del giorno – Siate folli, siate straordinari di Roberta Panico

Ethos – La nostalgia del selvaggio di Marcus Artis Maldeviolano

Ethos plus – Ritratto di un assassino di Dubhe

Bibliotheca – Il cuore rivelatore di Marco Pisciotta

Arte – La ragione non è marmo di Elena Li Causi

Fabulae – Una voce che dice ‘pazzo sei tu’ di Ian

Fabulae plus – Calcio magister vitae?articolo speciale della settimana scritto dal gentilissimo Riccardo Tranchida

Cinema – I segreti della mente di Noemi Cudia

Melodica – Il timore della follia fatta musica, articolo speciale della settimana scritto dal gentilissimo Marco Bilardello

Annunci

Un pensiero su “Telemachia II- 28 Febbraio MMXIV

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...